GIUGNO 2013 N.32

Archive for the ‘CULTURA’ Category

UNA SETTIMANA A MURCIA di Claudia D’amore ’95

In CULTURA, MONDO on 29 giugno 2013 at 05:33

Quest’anno sono in quarta liceo e il tempo passa troppo veloce!  I miei anni di scuola sono quasi finiti e la tanto temuta maturità è dietro l’angolo. Pensando a tutto quello che in questi quattro anni mi è successo e alle tante esperienze vissute, arrivo immancabilmente a pensare ai miei scambi. L’anno scorso sono stata in Francia, era il mio primo scambio, la prima volta che dovevo adattarmi alla vita di qualcun altro. L’ultimo è stato in Spagna, e a pochi giorni dal rientro mi rendo conto che anche quest’anno sta passando, più veloce che mai. Lo scambio è già a metà, abbiamo già superato l’attesa di sapere chi sarebbe stato il nostro corrispondente, l’attesa di ricevere una mail di risposta. Abbiamo superato i primi imbarazzi, le prime angosce, quelle di quando sei in pullman, che cominci ad agitarti e a chiederti se  tutto andrà bene, e dieci minuti dopo ti trovi nel panico, ti senti sola anche se sei in macchina con la tua famiglia spagnola. Devi rispondere alle mille domande, cercare nella tua memoria tutte le parole per comporre una risposta con un senso logico e pensare al tempo verbale che deve essere usato. La risposta è come sempre: farfugliata, confusa e assolutamente illogica. Poi però rifletti, ti calmi, cominci a ragionare, a parlare, e a fine settimana non ti spieghi nemmeno come tu possa essere riuscita a sopravvivere e ricevere persino i complimenti per il tuo spagnolo.

Murcia si trova nel sud della Spagna, ci sono venti gradi in gennaio, cosa che naturalmente non ha giovato alla mia tristezza post-Spagna, dato che a Bologna c’erano due gradi con tanto di fitta nebbia. La bellezza di uno scambio sta inoltre nella possibilità di conoscere nuove culture e imparare a convivere con le diversità dell’altro. Quest’anno, diversamente dall’anno scorso, abbiamo conosciuto due  realtà diverse: quella spagnola e quella slovena. Il bello è proprio nel vedere come persone di culture diverse, che provengono da realtà opposte, riescano a convivere e comunicare. Questo contrasto, che sfocia in pacifica convivenza, è rappresentato alla perfezione dalla presenza di un’opera architettonica araba come l’Alhambra, nel centro di una città come Granada. L’Alhambra, un complesso di architetture arabe che domina la città dai tratti tipicamente occidentali, rappresenta infatti una perfetta commistione tra due stili diversi, tra due culture opposte; un posto suggestivo e molto particolare da visitare almeno una volta nella vita. Murcia mi è piaciuta davvero molto, e ancor più mi è piaciuto lo stile di vita dei miei corrispondenti. La loro vita mi è sembrata  più tranquilla della mia, come se tutto venisse preso con più calma, come se il tempo durasse di più. La mia corrispondente è stata molto carina e disponibile, ci siamo trovate subito in sintonia e la settimana è andata molto bene grazie anche alla mia famiglia spagnola che è stata altrettanto accogliente e aperta e mi ha accolta come una figlia. Soprattutto siamo riuscite a capirci, a parlare come fossimo amiche da tempo, raccontarci l’un l’altra i nostri problemi e i nostri pensieri . La cosa più bella dello scambio secondo me è proprio quella di dover riuscire a comunicare con le persone che ti stanno intorno, che oltre a doverti adattare alla vita dei tuoi corrispondenti devi riuscire a parlare con loro, con le loro famiglie. E se non sai bene la lingua devi trovare un modo per farti capire, per riuscire a dire quello che vuoi dire. Quest’anno in particolare è stato ancora più difficile perché i nostri corrispondenti non studiavano l’italiano, a differenza dell’anno scorso, quindi, o trovavi il modo di dire quello che volevi in spagnolo o in inglese oppure non lo dicevi. Lo scambio non serve però solo a imparare bene una lingua, lo scambio serve a conoscere un’altra cultura, a imparare come vivere in un paese che potrebbe diventare quello in cui sceglierai di vivere. La spontaneità prende quindi il posto della razionalità, e lo scambio di contenuti e di ciò che si vuole trasmettere, insieme alla gioia di comunicare, prendono il sopravvento sulla forma e sull’ansia dell’errore, ed è davvero questa la cosa più bella di uno scambio.

Annunci