GIUGNO 2013 N.32

UNA DONNA, UNA SCELTA di Anna Brighetti ’88

In MONDO on 15 aprile 2012 at 04:01

Qualche giorno fa, mentre stavo leggicchiando qua e là, mi sono imbattuta nella rivista AIFO, più precisamente ha attirato la mia attenzione una frase di un report : “Fate della vostra vita qualcosa che vale, fate una scelta e abbiate il coraggio di portarla avanti.” Di primo acchito, ho pensato: “Dannazione, sta parlando proprio con me!…no PEGGIO, ce l’ha proprio con me!”. Nei giorni seguenti, i miei gesti, i miei pensieri e le semplici chiacchiere tra amici, mi hanno proprio ricordato quella citazione, che più che un incoraggiamento, mi sembra proprio un comandamento! Ma poi come? Quando? Perchè? Fare una Scelta? E’ stato così che la storia di vita di una donna, Suu Kyi, che vive in un piccolo stato, mi ha contagiato. Chi è Suu Kyi? E’ una donna e ha fatto una scelta e ogni giorno la deve riconfermare. Suu kyi, conosciuta anche come “the Lady”, “la Signora “, ha 66 anni, birmana che, a causa della sua attività per la difesa e la promozione dei diritti umani, ha trascorso sette anni in prigione e 15 segregata in casa. Ha sperimentato per 22 ANNI cosa vuol dire vivere senza libertà, ha trascorso più di 8000 giorni così!Che sforzo sovraumano! Ha resistito non solo grazie alla sua benevolenza, pazienza o controllo di sé. E’ stata la sua grande fede e convinzione profonda nella non violenza! Un profondo atto di coraggio e umanità nella sua scelta pacifica. Io, nonostante la mia buona volontà, non so se potrei farcela. Sono rincuorata, perché questa Signora, mi rafforza nell’idea che la non violenza è veramente una forza, un’alternativa possibile. Non è necessariamente un’utopia: è di sicuro una strada, ma anche la migliore. Suu Kyi , così come altre storie di vita, ne sono l’incarnazione vivente. Altroché la frase di Steve Jobs “ Siate affamati, siate pazzi!” che di base vuol dire tutto e allo stesso tempo niente! Sono ben altre le scelte che dovrebbero scaldarci il cuore! Riporto una frase di Suu Kyi, rilasciata dopo le prime elezioni libere avvenute in Birmania all’inizio del 2012: “Una forma insidiosa di paura, è quella che si maschera come buon senso o addirittura saggezza, condannando come sciocchi, inconsulti, insignificanti o velleitari quei piccoli atti di coraggio quotidiani che contribuiscono a salvaguardare la stima per sé stessi e la dignità umana”. Allora è proprio vero quello che diceva M.L.King: “La vera scelta non è tra violenza e non violenza, ma tra non violenza e non esistenza. Se non riusciremo a vivere tutti come  fratelli, moriremo tutti stolti!” Sono contenta che ci siano persone che con la loro storia ci ricordano che NOI possiamo far tanto di “grande” e di “buono” e che l’uomo, per sua natura e spirito, è portato a compiere tante e grandi cose! A guardare in alto! Un mio amico, scrivendo un articolo per Operazione Colomba, mi ha ricordato le parole di Dostoevskij (tratte dal libro L’Idiota):”Il mondo sarà salvato dalla bellezza”….. Allora, con un mezzo sorriso e un completo respiro di sollievo, mi rendo conto che c’è tanto di bello in quei gesti e in quelle vite. Quella sì che è bellezza!

Annunci
  1. Grande anna!! Grazie che ci fai guardare in alto e ci fai ricordare le cose belle di questo mondo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: