GIUGNO 2013 N.32

SCAMBIO DI RUOLI di Rachele Billi ’98

In ATTUALITA' on 5 febbraio 2012 at 02:59

Se proviamo ad immaginare la vita ai tempi dei nostri nonni, o anche solo dei nostri genitori, ci rendiamo facilmente conto di come tutto fosse diverso. Tanto per cominciare non avevano né cellulari, né computer. A pensarci adesso può sembrare molto strano, ma allora era proprio così. Il mondo cambia e le generazioni passate si adattano, sempre di più, a quelle presenti: questo Natale abbiamo regalato un  computer ai miei nonni, senza renderci minimamente conto di  quale grande, ma esilarante sforzo, avrebbe richiesto l’insegnamento necessario per poter utilizzare  questo “strano” oggetto, per loro “extraterrestre”. Per la  prima volta nella mia storia, credo che i ruoli si siano invertiti! Quando ero piccola erano loro che mi insegnavano a “stare al mondo” ma ora l’insegnante si siede al banco e l’alunno si siede in cattedra … o meglio entrambi si siedono davanti al computer. Capita spesso che mi chiamino mentre sono “disperati” perché gli si è aperta una finestra “strana”, o perché non sanno quanti clicchi devono fare per selezionare un file! Confesso che è stato veramente divertente vedere i loro visi stupirsi davanti ad una semplice apertura di un documento scritto, ma ancora più bello è stato vedere lo stupore nei loro occhi, quando sono riusciti ad attivare una conversazione webcam con loro figlio (mio zio), che vive all’estero con la sua famiglia. Per quanto riguarda me, e  credo anche voi, viene naturale aprire una pagina internet con un semplice clic, ma vi assicuro che per i miei nonni non è così facile! D’altra parte capisco che, per loro, non sia facile accettare una realtà così lontana, e così diversa, da quella che hanno sempre conosciuto, ma sono altrettanto convinta che si siano anche resi conto delle molte comodità a cui, uno strumento del genere, ti consente di accedere. Ad esempio, mia nonna va sui suoi siti di ricamo e mio nonno va a guardare l’andamento della borsa ogni volta che vuole. In fondo credo che questo “ extraterrestre” non sia più, nemmeno per loro, così tanto spaventoso e complicato. Ma ragazzi… che fatica anche solo insegnargli  come muovere il cursore sullo schermo! Proprio così… per loro è veramente un estraneo. Concludo dicendo che è stata una delle più belle avventure intraprese con i miei nonni. Devo dire che, grazie a questa esperienza, sono riuscita a capire quanto sia difficile una vera e propria comprensione, tra due generazioni completamente diverse e che in comune non hanno nulla, tranne la voglia di essere sempre al passo con le nuove tecnologie!

Annunci
  1. Ciao Rachele sono Lorenzo, questo articolo mi ha interessato molto, e le foto sono buffissime. Concordo con te sul fatto che molti oggetti moderni (sopprattutto i computer) sono oggetto di sorpresa , smarrimento e incapacità da parte di generazioni passate,e proprio come hai scritto tu i ruoli si invertono, simbolo del fatto che come le persone più anziane insegnano a noi , anche noi insegnamo a loro a cavarsela in un mondo in cui la tecnologia predomina.

    P.S.:Ti ho votato con 5 stelle, le immagini mi piacciono molto.
    Ciao^_^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: