GIUGNO 2013 N.32

LA SCATOLA di Davide Vesco ’92

In OPINIONE on 11 settembre 2011 at 04:09

Immaginiamo per un attimo che la società in cui viviamo sia una scatola: essendo noi parte della società, ci troveremo a vivere al suo interno e, tutto sommato, ci troveremo bene. Infatti tutte le nostre esigenze primarie sono soddisfatte: se pensiamo al fatto che, per esempio, la sicurezza è a livelli accettabili e fra noi possiamo perfettamente convivere visto che seguiamo, in linea generale, gli stessi valori e gli stessi principi. La maggior parte di noi segue questa linea di pensiero, e si trova bene nel condurre la propria vita in questo modo, rispettando determinate regole ed avendo in tasca la convinzione di vivere in una società più giusta che sbagliata, e non riuscendo (o non volendo) a vedere il mondo da un punto di vista diverso. Così facendo si proibisce sguardi, incontri, pianti, sorrisi, lamenti ed esperienze in grado di permettere una visione più consapevole del mondo. La maggior parte di noi, infatti, non vede al di fuori della scatola. Naturalmente ci sono persone che hanno paura di quello che c’è all’esterno, o più semplicemente si trovano così bene all’interno che non si pongono scrupoli nell’usare la forza pur di difendere le pareti e non far cedere la struttura. La difendono fisicamente, con cordoni di poliziotti muniti di scudo e manganello, senza preoccuparsi della differenza tra uomo o donna, la difendono rispondendo “fora di ball” ai giornalisti quando li interrogano sul problema dell’immigrazione, la difendono con una politica federalista, la difendono con le unghie e con i denti ottenendo, così, un consenso sempre maggiore da tutti coloro che si accontentano della scatola in cui vivono.

Poi esistono uomini, giovani, miei coetanei consapevoli che fuori c’è altro. Sono disposti a tutto pur di sfondare le pareti: disposti a rompere letteralmente la testa contro i muri (che sempre piu’ spesso s’innalzano invece di crollare) pur di mantenere accesa la speranza che qualcosa possa cambiare. Persone affascinate da un’utopia, che si sacrificano per un ideale; ragazzi che molte volte usano l’ istinto più che la ragione, giovani velocemente etichettati dal premier e dai giornali come i “facinorosi dei centri sociali”, senza rendersi conto che dietro la maschera da “criminali” che gli è stata messa, ci sono persone che tentano con i pochi mezzi a loro disposizione di aprire la scatola. E mostrare a tutti le meraviglie che ci circondano.

Annunci
  1. Quello che mi spaventa di più è che -non solo viviamo dentro allo scatolone della nostra società- ma, non contenti, ci rinchiudiamo all’interno delle nostre scatolette perché ormai ci fa paura anche il nostro vicino di scatoletta e tutto questo perché una scatolina piccolissima, che abbiamo tutti noi (o quasi, io me ne guardo bene!) dentro la nostra scatoletta, ci dice che è tutto pericoloso! quella scatolina ha la pretesa di raccontarci il mondo, perché è troppo pericoloso uscire e vedere coi nostri occhi, molto meglio guardare la scatolina, rinchiusi dentro alla scatoletta dentro allo scatolone e starsene tranquilli e sereni! Così sì che riusciamo a crescere i nostri figli coi giusti valori!!!
    Questo mi fa davvero paura! E credo che se riuscissimo a spegnere la scatolina e ad uscire tutti fuori dalla nostra scatoletta, le pareti dello scatolone cadrebbero da sole!
    SPEGNERE LA SCATOLINA E’ UN ATTO RIVOLUZIONARIO!
    VIVA LA RIVOLUZIONE!!!

  2. Efficace la similitudine con la scatola!

  3. Bella e originale idea, quella della scatola. E confortante sapere che nelle ultime generazioni si avverte ancora il bisogno di sfondarne le pareti. Ora, che chi ha la forza fisica e psichica, di donare una nuova visione del mondo, agisca; anche per le generazioni che vi hanno preceduto e che in gioventù spesso hanno avuto lo stesso desiderio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: