GIUGNO 2013 N.32

STORIA DI UN RAPPER di Luca Pedrini ’96

In CULTURA, MUSICA on 11 settembre 2011 at 04:03

Il rap è un movimento musicale nato negli Stati Uniti negli anni 70 ed il termine è stato inventato dal cantante di colore Joe Tex. Fa parte dell’ Hip-Hop e consiste essenzialmente nel parlare seguendo un certo ritmo: è una tecnica vocale eseguita da un MC ( Master of Ceremonies), ovvero maestro di cerimonie. Un rapper per essere un bravo MC deve riuscire a comporre testi che abbiano un senso dall’inizio alla fine, ma non solo: deve essere un freestyler, cioè saper improvvisare delle rime su qualsiasi base, dal silenzio all’accompagnamento di un dj o di un beatboxer ( colui che è in grado di imitare i suoni di una batteria o di un altro strumento musicale con la voce). Inoltre deve possedere la capacità di trascinare la folla che lo sta ascoltando. Questo genere si divide in varie correnti: per esempio il gangsta rap, derivato dal rap, che attraverso testi violenti si sofferma su temi come droga, sesso, armi e criminalità delle bande di strada. Le principali ere dell’ hip-hop/rap sono quella della old school hip hop e quella della golden age hip hop, in cui iniziarono a riscuotere successi sia il movimento East Coast che quello West Coast. Il rapper di cui vi voglio parlare è della West Coast: il suo nome d’arte è Tupac Amaru Shakur , mentre quello d’origine è  Lesane Parish Crooks. Nato a New York il 16 giugno 1971, Tupac è stato un rapper, attore, attivista e poeta americano. Anche se morto molto giovane, Shakur viene ancora considerato il migliore artista di tutti i tempi. Ha pubblicato un totale di 25 album, di cui 17 in studio, (11 postumi), due dischi dal vivo e sei raccolte tutte postume. Molte sue canzoni parlano della vita difficile nel ghetto, del razzismo, dell’abuso di droghe e alcool e dei problemi sociali in generale. Sua madre Afeni Shakur faceva parte delle Pantere Nere ed era in prigione durante la gravidanza; venne rilasciata un mese prima del parto. Abbandonata dal padre di suo figlio, Afeni decise di ribattezzare il bambino, all’età di sei anni, con il nome di Tupac Amaru Shakur (tupac in quechua vuol dire serpente lucente, invece shakur in arabo vuol dire riconoscente a dio), in onore di Tupac Amaru II, rivoluzionario del Perù e capo di una rivolta contro i colonizzatori spagnoli. Tupac non ebbe mai contatti con suo padre e viveva in povertà con la madre e la sorellastra: non avendo una dimora fissa, erano costretti a vivere in centri per senzatetto e per questo motivo Tupac non aveva molte amicizie, ma passava la maggior parte del suo tempo a scrivere poesie. All’età di 15 anni si trasferì insieme alla madre a Baltimora, dove fu accettato alla Baltimore school for the art. Tupac ebbe l’opportunità di studiare ballo, teatro e altre arti. Conobbe anche Jada Koren Pinkett, futura moglie di Will Smith, con la quale strinse una grande amicizia. Era uno studente molto dotato: esprimeva già apertamente le sue convinzioni sull’uguaglianza razziale ed era rispettato dai suoi coetanei per l’atteggiamento da duro.

Scrisse il suo primo pezzo rap all’età di 15 anni, con lo pseudonimo di “MC New York”. Questo pezzo fu ispirato dalla morte di un suo caro amico ucciso in una sparatoria e affronta il problema delle armi da fuoco e il loro controllo. Shakur per un periodo arrivò a spacciare droga per vivere, ma lui stesso raccontò che gli stessi spacciatori lo scoraggiavano nel continuare quel genere di attività; anche queste esperienze, seppur negative, arricchirono la sua musica . Il 12 novembre 1991 Tupac pubblicò 2Pacalypse Now. L’album ebbe molto successo, grazie anche al passaparola tra i giovani e ottenne il disco d’oro. Assieme alla fama, Tupac ebbe anche problemi con la legge. A Oakland, Tupac venne fermato da due agenti, con l’accusa di essere un pericolo pubblico per aver attraversato la strada senza guardare. Quando Tupac rispose “fuck y’all” (“fottetevi tutti”) , i due poliziotti lo afferrarono per la gola e gli sbatterono la faccia sull’asfalto, picchiandolo duramente . Dopo l’accaduto denunciò il dipartimento di polizia chiedendo un risarcimento di 10 milioni di dollari, ma fu trovato un accordo con la cifra di 42.000. Nell’ottobre del 1993, incontrò per caso due poliziotti fuori servizio che, a suo dire, stavano importunando un guidatore nero sul bordo della strada ad Atlanta. Venne coinvolto in una rissa che terminò con una sparatoria in cui rimasero feriti entrambi i poliziotti. Ne seguì un processo con accuse molto gravi, finché non si scoprì che entrambi i poliziotti erano ubriachi e sotto l’effetto di cocaina e marijuana, quindi tutte le accuse vennero ritirate. Nel 1994 Tupac formò il gruppo Thug Life (vita criminale) con alcuni amici. Il gruppo comprendeva: Tupac, Big Syke, Macadoshis, Mopreme e Rated R. Il gruppo riscosse molto successo: il loro primo album ottenne il disco oro. La forza dei testi era data dal talento di Tupac, tanto che, dopo la sua morte, il gruppo non ebbe molta fortuna. La vita tumultuosa di Tupac continuò con l’accusa di violenza sessuale su una ragazza nel febbraio del 1995 : venne condannato a 4 anni e mezzo di prigione, ma dopo quasi 8 mesi di carcere fu rilasciato con la condizionale. Il 7 settembre 1996, a Las Vegas, in Nevada, all’uscita dall’incontro di box tra Mike Tyson e Bruce Seldon, Tupac venne colpito da 5 colpi di pistola che lo portarono alla morte dopo 6 giorni di agonia. La polizia non riuscì mai a trovare l’assassino, e ancora oggi i suoi fans si chiedono perché mai, quella sera, Tupac non indossasse il giubbotto antiproiettile che, dopo l’esperienza di sparatorie precedenti, lo proteggeva sempre. Molti dicono che la sua morte sia stata tutta una messinscena, altri addirittura dicono che sia vivo in un altro paese. Per me è morto, ma rimarrà sempre nei cuori di tutti i suoi fans, compreso il mio; di Tupac mi piace tutto: il ritmo della musica, i suoi testi e apprezzo molto il fatto che abbia utilizzato la sua fama, e quindi la possibilità di entrare nella vita dei giovani, per affrontare temi importanti come quelli del razzismo, della violenza e della droga. R.I.P Tupac Amaru Shakur.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: